Configurazione e personalizzazione spiccia per il palmarino.

Una breve premessa sulla radio. questo palmare nasce omologato per 144-146 MHz e 430-440 MHz con possibilità di espansione in alcune versioni a 136-174 e 400-470 MHz, mentre in altre anche a 400-520 MHz. Lo si trova nel mercato rimarchiato Intek e Polmar, ma più spesso direttamente come Baofeng in una delle sue molte versioni (R. RA, RE, RC, etc,) o livree del case esterno. Tra le varie versioni le differenze sono per lo più in nell'estensione delle bande operative, nel case, nella potenza o nella capacità della batteria (versioni Plus).

Potenza: Salvo le ovvie leggere differenziazioni agli estremi di banda, in Vhf esce con 4,0w in alta potenza e 1,7 in bassa, mentre in Vhf con 3,1w in alta e 1,1 in bassa.

 

Configurare impostazioni, canali e frequenze direttamente sul Baofeng richiederebbe una pazienza infinita, meglio usare un programma su Pc che, collegato alla radio tramite la porta USB permette di fare tutto molto più rapidamente. Il produttore mette a disposizione il software per far questo, tuttavia vi consiglio di usare un programma diverso, il CHIRP, più versatile tra i diversi modelli e diverse radio.

Oltre al programma, serve il cavo di collegamento tra Pc e Radio. In rete si trovano a pochi euro, ma data la semplicità, ci si può facilmente cimentare anche nell'autocostruzione. Il buon Ivo I6IBE ne mette a disposizione lo schema che riporto qui a lato (sotto i riferimenti in dettaglio). Ma se siete pigri, potete passare in Sede al Club.

Sempre tramite lo stesso programma, chi vuole, possiamo personalizzare un sacco di funzioni, ad esempio il messaggio iniziale così da distinguere la propria Radio dalle altre quando la si appoggia da qualche parte. Ad esempio, io ho messo il mio nome e Nominativo. Per questa semplice variazione, da Chirp, basta scaricare i settaggi dal proprio Rtx, accedere alla sezione Settings, poi alla sotto-voce Other Stettings e modificare a proprio piacere le voci: Power-On Message 1 e Power-On Message 2. Una volta fatto basta fare l'upload nuovamente verso l'Rtx ed il gioco è fatto.

Riguardo alla memorizzazione dei canali (completa di shit, tono, nome del ponte, etc.) in rete sono disponibili molte versioni più o meno aggiornate che riportano già pronti tutti i principali ponti radioamatoriali, i canali LPD ed i canali PMR, la frequenza della Stazione Spaziale ISS e altro.

Operativamente, ultimata la costruzione del cavo e interfaccia o acquistato pronto, serve collegare il connettore altoparlante-microfono della Radio e la porta USB al Pc a radio spenta. Accenderla portando il volume al massimo. Su CHIRP, le configurazioni presenti nel file dipendono dal Firmware di partenza che potrebbe non coincidere perfettamente con quello della vostra radio. E' bene quindi partire sempre da un download dalla Radio e salvarla come proprio file principale. A questo file, potrete poi aggiungere tutte le personalizzazioni che desiderate oltre a copiare ed incollare tutte le memorie dei ponti radio o frequenze che vi interessano. Questa nuova versione andrà salvata come file a parte rispetto a quello iniziale, diventando il vostro backup di riferimento che ora potrete uploadare sul vostro palmare.

Accessori

Tra le altre cose, alcuni di noi hanno preso la finta batteria con cavo di alimentazione esterna e presa accendi sigari. Funziona perfettamente permettendo di risparmiare la batteria per l'utilizzo in portatile fuori dall'auto. Ma se si usa la radio in modo particolarmente intenso ad alta potenza, il riduttore di tensione interno alla finta batteria scalda un pochino. Su molti siti di distributori orientali è possibile acquistare riduttori di tensione step down ugualmente piccoli ma più capaci. Uno Step Down DC-DC da 3A potrà rendere più leggera la riduzione di tensione da 12/13v a 7,4v più agevole anche durante l'utilizzo più intenso in trasmissione. La spesa di questi piccoli circuiti già assemblati e funzionanti mediamente è sempre inferiore all'euro.

 

Codice di condotta ed identificazione con il proprio nominativo nelle frequenze radioamatoriali e nei ponti, sono cose scontate ma sempre da ribadire perché a volte anche qualche buon HAM può dimenticarle.

Buona Radio a tutti! 73

Riferimenti