Che si tratti di una stazione radio, una trasportabile, una mobile o un palmare, tra le cose fondamentali da non trascurare del sistema "radio", la prima che incontra la nostra voce è proprio il microfono.

Nulla di eclatante, piccole esperienze, modifiche e qualche accorgimento dedicati proprio al microfono. Che sia per una modulazione più chiara e naturale, che sia per una resa dei toni e dell'impronta più efficace rispetto al QRM o che sia per farci ascoltare con una dinamica più accentata per "bucare l'etere" durante i DX, ognuno ne troverà la motivazione che crede, basta farne buon uso.

Yaesu MH-31 (microfono di serie di FT-817 / 857 / 897)

Chi usa i piccoli ed intramontabili modelli di casa Yaesu come faccio io, si è reso conto che il loro microfono di serie non spicca molto per modulazione. Questi alcuni dei recuperi che ho trovato in rete e sperimentato in prima persona.

Questo microfono dispone di un deviatore a slitta sul retro per cambiare la modulazione selezionando tra 2 diverse timbriche, entrambe però poco "esuberanti" specie in SSB. Qui c'è qualche possibilità:

  • Nature : Lascia il microfono com'è ed urlaci un po' sopra quando non ti sentono. A mali estremi…
  • Cambio capsula microfonica : avendo preso usate diverse radio Yaesu di diversa annata, mi sono reso conto che non tutti i microfoni dello stesso modello sono uguali al loro interno. con un po' di tentativi, al microfono che andava peggio ho sostituito la capsula microfonica con recuperi da surplus che si trovano anche nei mercatini e fiere in tema.
  • Cambio Toni : Modifica al taglio di tonalità rispetto all'originale per avere una modulazione più corposa e sensibile e, quando serve, un po' più squillante. Aprendo il microfono, in corrispondenza del selettore, va tolta la resistenza da 680ohm in parallelo al mike e sostituito il condensatore da 0,33uF con uno poliestere da 22nF. Qui un link alla pagina che IZ0HCC dedicata alla modifica.
  • Sostituire l'intero circuito interno al microfono con un kit di FUNK Amateur che oltre a regalare una modulazione migliore ingloba (utilizzando gli stessi pulsanti del mike originale) un Recorder per registrare, ad esempio, la chiamata DX per non ripeterla di continuo. Il kit ha al suo interno una sezione configurabile a ponticelli che gli permette di adeguarsi non solo allo Yaesu, ma anche ad altre radio.
    Se non avete voglia di cannibalizzare il vostro microfono, Funk vi può dare anche un guscio (che in realtà è un microfono usato) per disporne dell'involucro.
  • Avendo entrambi i piccoli di casa Yaesu, ho in pratica tutte le ultime 3 opzioni, ma alla fine uso volentieri sempre l'ultima.. ;-)

Microfono del Leixen VV-898

Qui l'intervento è stato decisamente più contenuto. La capsula microfonica è inserita in un gommino che limita moltissimo il flusso della voce per rendere il microfono più protetto contro la pioggia. Un banale taglietto della gomma ha risolto la modulazione particolarmente cupa che avevo all'inizio. Nei forum istitutzionali si trovano anche le immagini dell'intervento, ma anche senza è inequivocabile il problema anche ad occhio.
Altro piccolo accorgimento, dato che si ha il microfono aperto, potrebbe essere quello di sostituire il pulsante interno di PTT con un microswitch di miglior qualità. Quello originale non tiene sempre con costanza il contatto durante i passaggi.

Aggiungerò qui le altre piccole e medie modifiche effettuate agli altri microfoni che mi sono passati tra le mani.