Non solo broadcast.. diamo uno sguardo alle Utility

In onde corte, oltre alle stazioni bradcast ed ai radioamatori, ci sono anche le stazioni Utility: navi e aerei civili e militari, eserciti, corpi di polizia, sonde meteorologiche, ambasciate, missioni umanitarie, imprese di costruzioni. Alcune trasmettono ancora in fonia, ma per lo più si tratta di trasmissioni digitali con cui possono ottimizzare sia la quantità di informazioni che la larghezza di banda. Perché usare le HF? Semplice, costa meno, le radio sono più semplici ed è più facile impiegarle in qualsiasi situazione.
 
Per chi ha voglia di farsi stuzzicare anche da questo semento radio poco conosciuto ma sempre più affollato, può trovare una interessante lettura adatta sia allo sdraio sotto l'ombrellone che alla panca di un rifugio di montagna con un boccale di birra accanto. Si tratta di una bellissima guida intitolata "Utility DXing: A Primer", rilasciata dal giornalista e radioamatore tedesco Nils Schiffhauer, DK8OK, divulgatore di molte specializzazioni del radiantismo.
 
Nota importante: Il monitoraggio del traffico utilitario (e di quello generato dalla comunità radioamatoriale, anch'essa impegnata sui diversi fronti della comunicazione non-vocale) descritto da Nils può essere un'attività molto avvincente e istruttiva, proprio per l'impiego di codifiche e software sofisticati. Ma è importante per chi la pratica in ambito extra-professionale tenere in debito conto le normative che quasi ovunque vietano in modo esplicito di divulgare il contenuto delle trasmissioni "casualmente" intercettate. In genere le normative in questione non vengono applicate con eccesivo rigore, ma tutti gli hobbysti hanno il dovere di esplorare gli aspetti tecnici delle telecomunicazioni utilitarie con grande senso di responsabilità, sapendo che alcune possono essere molto sensibili.
Una piccola ma preziosa introduzione al manuale di Nils, la potete trovare all'interno del portale Radiopassioni: Una guida al mondo segreto delle radiocomunicazioni digitali redatta da Andrea Lawendel che è stata la pagina che ha portato anche me a questa lettura che pur non nuovissima, rimane un punto i partenza estremamente valido.
 
Buona lettura
 
Potete scaricare liberamente e gratuitamente la guida dai link riportati o da quelli in calce a questo post sia in formato PDF sia nel formato iBook di Apple iPad.