Decreto RED (Radio Equipment Directive) attiva da Luglio 2017

La nuova normativa RED (Radio Equipment Directive) pubblicata in Gazzetta il 23 Maggio del 2014 è entrata in piena attuazione con il mese di Luglio 2017, dunque oggi operativa !

Le norme restrittive vogliono regolamentare tutte le apparecchiature che utilizzando le onde elettromagnetiche, quelle che cioè riportano il marchio CE (spesso contraffatto). La direttiva, ora impone un dazio a chiunque importa, distribuisce, vende e usa apparati radioelettrici. Da oggi in poi gli apparati potranno essere controllati e, verificata la non rispondenza alle famose certificazioni di compatibilità elettromagnetica, le amministrazioni avranno la possibilità ed obbligo di sanzionare tutta la catena di importazione e vendita, ma anche il semplice utente finale!

Per ora questo non coinvolge i radioamatori e le loro apparecchiature, specie quelle oggetto di autocostruzione, kit e similari (vedi nota1). Ma rimane comunque un campanello d'allarme da non sottovalutare per tutti gli altri apparecchi.

Il MISE, dipartimento delle comunicazioni, ha difatti creato un nuovo organismo di controllo e verifica, che sarà pronto anche a verificare le segnalazioni che giungono dai cittadini.

L'acquisto, importazine e vendita di apparati di qualità non conforme alle nuove direttive inizierà a farsi difficile. Immaginate cosa comporterà l'acquisto dai colossi multinazionali europei, orientali (senza far nomi) e dal pianeta eBay ancora più vasto.

 

Note

1 - Come da ALLEGATO I° della normativa, la apparecchiature radioamatoriali non rientrano nel provvedimento del Decreto:
Allegato I
APPARECCHIATURE NON CONTEMPLATE DAL PRESENTE DECRETO
1. Apparecchiature radio utilizzate da radioamatori ai sensi dell'articolo 1, definizione 56, delle norme radio dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU), tranne nel caso in cui le apparecchiature siano state messe a disposizione sul mercato.
Non sono considerati messi a disposizione sul mercato:
a) i kit di apparecchiature radio destinati a essere assemblati e utilizzati da radioamatori;
b) le apparecchiature radio modificate da radioamatori ad uso degli stessi;
c) le apparecchiature costruite da singoli radioamatori per scopi scientifici e sperimentali nel quadro dell'attività radioamatoriale

 

Riferimenti ed approfondimenti